Ultima modifica: 17 maggio 2017
I.I.S. E. Majorana - A. Cascino > News > I Lincei per una nuova didattica nella scuola: una rete nazionale

I Lincei per una nuova didattica nella scuola: una rete nazionale

Conclusosi l’11 Maggio 2017 a Catania

IL “MAJORANA-CASCINO” DI PIAZZA ARMERINA

E

I LINCEI PER UNA NUOVA DIDATTICA NELLA SCUOLA:UNA RETE NAZIONALE

POLO  DI  CATANIA – MESSINA

A.A. 2016 – 17

SEDE DI CATANIA

 

Si è concluso a maggio, presso l’Università degli Studi di Catania, il Seminario consuntivo del Corso di Formazione e di Aggiornamento dal titolo: “Strumenti e metodi a confronto (Italiano, Matematica),con interventi di Gabriella Alfieri, professore ordinario di Linguistica Italiana dell’Università di Catania, di Maria Flavia Mammana, Università di Catania e dei Rappresentanti dei Tutor e dei Corsisti, nonché con la testimonianza della prof.ssa Daniela Ferrarello, tra i 5 vincitori dell’Italian teacher price.   

Il Progetto “I Lincei per una nuova didattica nella scuola:una rete nazionale” vuole innovare la didattica per dare agli studenti un metodo basato più sulla sperimentazione in classe che sul nozionismo, facendoli partecipare attivamente alla riscoperta delle leggi fondamentali della matematica, letta come motore fondamentale dell’apprendimento scientifico, e dell’italiano scritto e argomentativo, in una società in rapido mutamento in cui la dimensione colta della lingua deve fare i conti con l’italiano parlato e gli stili comunicativi della rete (e dei telefonini) ampiamente noti agli allievi. Alla cura della competenza linguistica va affiancato l’arricchimento della competenza testuale per stimolare l’interesse intellettuale ed emotivo dei giovani, proponendo scritture che veicolino significati. Scritture letterarie, articoli o saggi scientifici sui problemi più rilevanti della storia naturale e umana servono bene allo scopo, e introducono gli studenti a testi argomentativi e descrittivo – espositivi.

Mettere in condizione un adolescente, qualunque sia la scuola frequentata, di comprendere pienamente un testo di questa tipologia è evidentemente un requisito minimo per l’istruzione superiore ed essenziale per la comprensione  del ragionamento scientifico.

Questo progetto si propone un obiettivo molto ambizioso, quello di incidere in modo sostanziale sull’insegnamento delle materie scientifiche e letterarie nelle scuole italiane.

Per ottenere lo scopo il progetto include due requisiti: 1) essere mantenuto in vita nella sua complessità per un periodo di almeno 10 anni; 2) essere esteso con gradualità a un numero il più alto possibile di scuole e città. Questo è uno sforzo organizzativo ed economico di grande rilievo che sia il MIUR che le Accademie, che si accingono ad implementare questo progetto, devono conoscere ed accettare. I Lincei terranno ogni anno una riunione collegiale con i Poli e il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, per valutare i risultati ottenuti, per programmare le attività future e per l’estensione del progetto a nuovi Poli. 

La nostra scuola Istituto di Istruzione Superiore “E. Majorana – A. Cascino” ha partecipato al Progetto Lincei per la Sicilia centro-orientale con i docenti del Liceo Scientifico Ermelinda Mingoia (Italiano) e Piera Angela Zuccarello (Matematica), nella consapevolezza che bisognerà lavorare secondo modalità didattiche in linea con i nuovi assetti cognitivi dei giovani, promuovendo una didattica metacognitiva e condivisa tra docenti e discenti, a tutti i livelli del percorso formativo.

Nell’incontro conclusivo dell’11 maggio la prof.ssa Zuccarello e la prof.ssa Mingoia si sono confrontate con le relazioni conclusive sugli argomenti trattati, tra questi per esempio i percorsi laboratoriali con l’utilizzo del software Geogebra e la realizzazione di unità didattiche come la proposta di lavoro dal titolo “La diversità ieri e oggi” della prof.ssa Ermelinda Mingoia, realizzata in collaborazione con la prof.ssa Caterina Barbaro, docente di Lettere dell’Ist.to Comprensivo Cannizzaro-Galatti di Messina, un modello operativo di lingua e grammatica sperimentale, che nasce articolandosi in più fasi, allo scopo di raggiungere obiettivi comuni nello studio della lingua italiana, sia per la scuola secondaria di primo grado sia per la scuola secondaria di secondo grado.

 

“Ci auguriamo di proseguire i lavori per il prossimo anno scolastico – aggiungono i proff. Zuccarello e Mingoia – visto che l’esperienza di formazione e di aggiornamento ci ha dato l’opportunità di mettere in atto concretamente con i nostri allievi i risultati del percorso”.

 

Ricordiamo alcune tra le lezioni più significative del corso universitario:

Per una didattica “sperimentale” dell’italiano e della matematica: un dialogo possibile

Relatori: Francesco Sabatini, Presidente Onorario dell’Accademia della Crusca, e Franco Favilli, Università di Pisa

Punteggiatura tra grammatica e testo: sperimentazioni didattiche

Relatrice: Maria Pia Lo Duca, Università di Padova

Il verbo tra morfosintassi e pragmatica, per una grammatica sperimentale

Relatore: Prof. Fabio Rossi, Università di Messina

Quando la matematica si muove

Relatrice: Francesca Ferrara, Università di Torino

Cosa succederebbe se vi fosse una macchina matematica in classe?

Relatrice: Michela Maschietto, Università di Modena e Reggio Emilia

Insegnamento/Apprendimento della matematica in laboratorio con GEOGEBRA

In particolare, la prof.ssa Francesca Ferrara si occupa di problemi dell’insegnamento e apprendimento della matematica con particolare riferimento alle mediazioni offerte dalla tecnologia, al ruolo dell’attività corporea e diagrammatica e a quello di visualizzazione e immaginazione, oltre che alla creatività nel pensiero matematico.

La prof.ssa Michela Maschietto si occupa di formazione degli insegnanti, di concezione e costruzione di risorse per l’insegnamento e l’apprendimento della matematica.

  

                                                                                                            I docenti referenti

                                                                                                   Prof.ssa Ermelinda Mingoia

                                                                                               Prof.ssa Piera Angela Zuccarello

 

                                                                                                            I docenti referenti                                                                                                    Prof.ssa Ermelinda Mingoia                                                                                                                                                                                                                                     Prof.ssa Piera Angela Zuccarello