Ultima modifica: 28 marzo 2017
I.I.S. E. Majorana - A. Cascino > Genitori > Giornata della legalità e dell’impegno: in ricordo di Don Pino Puglisi

Giornata della legalità e dell’impegno: in ricordo di Don Pino Puglisi

Sabato 25 marzo, nell’Auditorium del Liceo Scientifico

Giornata della legalità e dell’impegno: in ricordo di Don Pino Puglisi

“Don Pino non era un eroe! Era un uomo comune, con grandi mani che si sporcava nel lavoro quotidiano e con enormi orecchie capaci di ascoltare anche per ore senza mai stancarsi.  Lo avevano mandato “in missione” a Brancaccio, un quartiere di Palermo dove non c’era “niente” e dove, accanto ai boss che comandavano e si riconoscevano per le auto di grossa cilindrata, vivevano di stenti i poveri, nei garage della zona chiamata “Stati Uniti”!

Con queste parole, Gregorio Porcaro, già vice Parroco di Don Pino Puglisi, sabato 25 marzo, nell’Auditorium del Liceo Scientifico, ha ricordato agli studenti dell’I.I.S.” Majorana – Cascino” la figura di un uomo che è morto con un sorriso e che ha vissuto la sua vita impegnandosi e battendosi per gli altri, per una società più giusta, fatta di diritti e non favori, regalando sogni e speranze a chi non aveva nulla,  ai quei ragazzi del quartiere ai quali la mafia cercava di rubare il futuro.

La giornata, che ha visto la partecipazione di Vittorio Avveduto, referente provinciale di Libera, l’Associazione  di don Ciotti, impegnata da anni nella lotta contro ogni mafia, è stata inserita nell’ambito delle iniziative pensate per il 21 marzo, giornata della memoria e dell’impegno.  I Dirigenti Scolastici, prof.ssa Lidia Di Gangi e Prof. Giuseppe Ferro si sono adoperati in sinergia, insieme ai docenti dei loro Istituti, perché agli studenti venisse offerto un momento di riflessione sul tema della legalità, nella consapevolezza che proprio dagli studenti, dai giovani, bisogna ripartire per un nuovo progetto di società.

“La legalità, ha concluso Vittorio Avveduto, non è un insieme di principi astratti, ma un cammino di impegno e responsabilità di ciascuno di noi, nessuno escluso, per vincere il silenzio e l’indifferenza dei quali  si nutre la mafia. A tutti voi, allora, buon cammino!”

 

DSC04318 (FILEminimizer)